Perché la vitamina C è così importante per la nostra salute

La  Vitamina C è Vita

La vitamina C è fondamentale per il nostro organismo, è alla base di funzioni fisiologiche vitali.

In primo luogo, la vitamina C è importante poiché stimola il sistema immunitario, previene e cura raffreddore e sindromi influenzali, agendo come antivirale.

La vitamina C ha anche un’azione antinfiammatoria ed è un potente anti-ossidante. La vitamina C, infatti, previene l’invecchiamento cellulare, proteggendoci dai radicali liberi.

Ecco perché è così importante per la nostra salute, come prevenzione e cura in caso di malattie.
La vitamina C, poi, è fondamentale anche per l’assorbimento del ferro, per cui è importante assumerla in caso di anemia e stanchezza.

La vitamina C fa bene anche alla pelle, poiché contribuisce alla sintesi della vitamina E. Inoltre, contribuisce alla produzione di collagene, che rende elastici tutti i tessuti del corpo, compresi vasi sanguigni, muscoli e ossa.

La vitamina C è importante anche per il sistema nervoso, poiché è necessaria per la sintesi di ormoni e neurotrasmettitori.

Quanta Vitamina C serve per il nostro organismo?

Il fabbisogno quotidiano di vitamina C varia tra 75 mg per le donne e 90 mg per gli uomini.
In caso di carenza, i sintomi sono di varia natura: stanchezza, senso di spossatezza, mancanza di appetito, indolenzimento muscolare, fino all’aumento di infezioni e affezioni respiratorie.

In alcune situazioni può essere utile assumere integratori di vitamina C.

In generale, la vitamina c va introdotta con l’alimentazione, per cui non si corre il rischio da accumulo. In caso di sovradosaggio, però, si possono avere degli effetti collaterali: oltre 200-300 mg al giorno, si può avere formazione di calcoli renali e sovraccarico di ferro.

È bene introdurla con l’alimentazione, poiché il nostro corpo non è in grado di sintetizzarla.

Dove troviamo la Vitamina C?

La vitamina C si trova in frutta e verdura fresca di stagione, soprattutto negli agrumi – in particolare nel limone.
Anche nei frutti di bosco, nelle fragole e nelle ciliegie, in kiwi e ananas, in anguria, melone e papaya.

Tra gli ortaggi ricchi in vitamina C troviamo innanzitutto quelli di colore giallo, arancio e rosso, come pomodoro, peperoni e peperoncino. Anche le verdure a foglia verde, come spinaci, bietole e rucola sono ricche di vitamina.
Pure broccoli, cavoletti di Bruxelles e asparagi.

Tra le erbe aromatiche, particolarmente ricco di vitamina C è il prezzemolo, da aggiungere fresco per insaporire i piatti.

La vitamina C è molto sensibile al calore e alla luce per cui il consiglio è di consumare frutta e ortaggi freschi e ben conservati. Per la verdura, prediligere metodi di cottura semplici, come il vapore.

Attenzione al caffè che ne limita l’assorbimento. Aspettare almeno un quarto d’ora dopo pasto.

Articolo a cura di:

Corinna Montana Lampo

 

Prolon Kit Dieta Mima Digiuno