Nel 2018 L-Nutra Italia ha avviato il proprio impegno solidale a favore dell’associazione AMKA, devolvendo parte dei propri ricavi per la lotta alla malnutrizione.

Il programma di AMKA per la lotta alla malnutrizione 

AMKA ha avviato un progetto nel settore della Nutrizione per fronteggiare l’emergenza e rispondere ai numerosi casi di malnutrizione acuta nella Repubblica Democratica del Congo, costituendo un’Unità Nutrizionale Terapeutica nel villaggio di Kanyaka (a 17 Km da Lubumbashi).

L’associazione sostiene la comunità locale nel trattamento della malnutrizione acuta, realizzando campagne volte a sensibilizzare le madri sull’alimentazione e sulla nutrizione, favorendo lo sviluppo delle colture locali più ricche in proteine (fagioli, arachidi, soia) ed effettuando dimostrazioni culinarie nei villaggi.

AMKA approccia e interviene sul tema della malnutrizione in modo diretto, basando il proprio intervento sui cinque assi portanti, di seguito indicati:

Campagne di sensibilizzazione e formazione della popolazione su svezzamento, principi nutritivi e norme igienico-sanitarie di base;

Screening sanitario e nutrizionale di tutta la popolazione infantile dell’Area di salute e assistenza domiciliare per i casi di malnutrizione moderata; 

Realizzazione e mantenimento di un’Unità Nutrizionale Terapeutica e trasfusionale per la cura e la riabilitazione dei casi di malnutrizione grave. L’unità nutrizionale terapeutica offre dieci posti letto per il ricovero dei casi acuti e una mensa che offre 2 pasti proteici ogni giorno a tutti coloro che la nutrizionista responsabile inserisce nel piano di recupero, oltre ai ricoverati; normalmente il numero di pasti forniti ogni giorno è circa 50;

Adozione di un protocollo di cura basato su alimenti locali e formazione delle mamme sulla preparazione di tali alimenti iperproteici;

Formazione agricola ed avvio di orti comunitari.

Indirettamente AMKA – gestendo due scuole primarie nell’area di Mabaya – sensibilizza le nuove generazioni sull’utilizzo degli alimenti locali e sulla diversificazione alimentare, è infatti noto che l’istruzione dei genitori incide positivamente sui tassi di malnutrizione riscontrati nelle famiglie.

Le donazioni che sostengono lo svolgimento di tutte le attività collegate all’Unità Nutrizionale

Terapeutica assicurano ai bambini malnutriti pasti regolari, visite pediatriche, integratori alimentari e multivitaminici. Ai più piccolini, che cadono nella malnutrizione dopo lo svezzamento, assicurano la giusta assistenza medica, pappe proteiche e latte di soia.

 

“Siamo consapevoli che l’azienda che decide di avere un comportamento socialmente responsabile è un’impresa moderna e consapevole, che produce valore e agisce secondo corrette regole etico – sociali.”