Sindrome del colon irritabile – Le azioni per il benessere

Colon irritabile: cos’è e come curarlo

La sindrome del colon irritabile è una forma di colite molto comune che altera la flora intestinale a discapito del benessere di tutto l’organismo.

Ecco perché è di primaria importanza nutrirsi in modo sano ed equilibrato.

Se non hai idea di quali siano i cibi indicati, la risposta è nel seguente articolo!

Intestino infiammato – Quali i sintomi e come comportarsi?

Una vita frenetica, lo stress, l’ansia o banalmente un’alimentazione scorretta, cibi poco salutari come pure l’assunzione di antibiotici e altri farmaci, possono portare a un disequilibrio della flora batterica e mettere a dura prova il benessere dell’intestino.

A caratterizzare la sindrome del colon irritabile sono sintomi come:

  • Pancia gonfia
  • Meteorismo
  • Cattiva digestione
  • Alitosi
  • Stitichezza alternata a episodi di diarrea

Altri sintomi collegabili alla colite sono anche quelli non riferiti direttamente all’intestino:

  • Stanchezza cronica
  • Spossatezza mal di testa
  • Difficoltà di concentrazione etc.

In primo luogo è bene rivolgersi al proprio medico curante per escludere che non ci siano implicazioni di altro tipo, cioè patologie che presentano gli stessi sintomi come:

→ Disbiosi;

→ Malassorbimento intestinale;

→ Intolleranze o allergie alimentari;

→ Celiachia;

→ Polipi;

→ Colite ulcerosa;

→ Morbo di Chron;

Prevenire e curare la sindrome del colon irritabile – Punta sulla dieta

Una volta individuato che si tratta di sindrome del colon irritabile si possono scegliere i giusti rimedi, soprattutto optare per una dieta corretta che vada a migliorare e risolvere questa fastidiosa problematica.

L’intestino  svolge l’importante ruolo di barriera fisica e immunitaria agli agenti patogeni esterni, microrganismi e virus, come pure a cibi non digeriti, sostanze allergizzanti e tossine.

Grazie al suo lavoro il nostro organismo assorbe i nutrienti essenziali, oltre che i minerali e le vitamine fondamentali per il benessere.

Una buona digestione e un intestino che funziona bene sono indispensabili anche per la sintesi di vitamine e proteine, importanti per sostenere le nostre difese immunitarie – cosicché possiamo mantenerci in buona salute.

Colon irritabile, cosa mangiare – Quali gli alimenti indicati, e quali no!

Per ovviare ai fastidiosi sintomi della colite, il primo accorgimento è dedicare ai pasti almeno 20’minuti ciascuno del nostro tempo quotidiano.

Sindrome-colon-irritabile-sana-alimentazione
Sana-alimentazione-sindrome-colon-irritabile

Masticate con cura ogni boccone, evitando di ingurgitare il cibo troppo di fretta.

Il consiglio è di evitare o ridurre il consumo di glutine, latticini, bevande gasate e alcolici.

Andateci piano anche con i succhi di frutta industriali, zucchero e sale e con il consumo di broccoli, cavoli, asparagi, carciofi, cipolla, aglio e funghi.

 

 

Per curare la sindrome del colon irritabile è bene incrementare il consumo di cibi liquidi come zuppe, minestroni, brodi vegetali e passati di verdure. In estate vanno bene anche a temperatura ambiente.

Meglio optare per vellutate leggere, cercando di limitare la verdura in pezzi che, troppo fibrosa, può generare fermentazione intestinale.

I legumi andrebbero evitati in caso di colon irritato, tranne le lenticchie rosse decorticate, che invece vanno bene.

Largo uso a carote, zucchine, sedano, spinaci, coste, cicoria e verdura a foglia verde e per condire olio extravergine d’oliva, rigorosamente a crudo.

Insaporite i vostri piatti utilizzando erbe aromatiche e spezie, tranne quelle piccanti. Ok per le patate che sono curative per la mucosa dello stomaco, ma senza esagerare!

Riduci l’introito di fibre e scegli con cura quali consumare

Le fibre devono essere consumate con moderazione, perché è vero che liberano l’intestino dalle scorie, ma è altrettanto vero che, quando sono in eccesso, lo ostruiscono.

Per lo stesso motivo è preferibile consumare la frutta lontano dai pasti (mai la sera prima di coricarsi): le fibre in essa contenute generano un processo di iper-fermentazione che causa gonfiore.

Banane, melone, ananas, kiwi, uva, frutti di bosco e agrumi vanno bene in caso di colite.

Mela, pera, anguria, albicocche pesche, susine, prugne, more, ciliegie, nespole, mango, papaia, avocado, datteri, fichi e cachi, sono controindicati.

Al bando frutta essiccata e sciroppata. La frutta secca, infine, va consumata con moderazione ed evitata in caso di problemi gastrici.

kit-prolon-sindrome-colon-irritabile
Sindrome-colon-irritabile-kit-prolon

La Dieta Mima Digiuno agisce sui marcatori dell’infiammazione

Sapevi che attraverso cicli di Dieta Mima Digiuno di Prolon, è possibile ottimizzare non solo la risposta immunitaria ma ridurre anche lo stato infiammatorio?

Se siete, dunque, affetti da sindrome dell’intestino irritabile e/o da un altro disturbo di origine infiammatoria parlate della possibilità, con il vostro medico, di adottare la DMD come terapia!

 

Articolo a cura di:

Corinna Montana Lampo

 

 

Prolon Kit Dieta Mima Digiuno