Scienza & Ricerca

La ricerca e lo sviluppo degli studi preclinici e clinici di ProLon® sono stati condotti presso il Longevity Institute e il Diabetes and Obesity Research Institute della University of Southern California. La ricerca è stata sponsorizzata dal National Cancer Institute (NCI) e il National Institute on Aging (NIA) del National Institute of Health (NIH).

I risultati delle ricerche sopracitate, sono stati pubblicati nelle riviste scientifiche più influenti a livello mondiale.

Articoli Scientifici

Cell Metabolism

Feb 4, 2015

Negli eucarioti inferiori, il digiuno cronico estende la longevità in parte riprogrammando le vie metaboliche e di resistenza allo stress. Nei topi, il digiuno intermittente o periodico protegge contro diabete, cancro, patologie cardiovascolari e neurologiche, negli uomini aiuta a ridurre obesità, ipertensione, asma ed artrite reumatoide.
CELL METABOLISM (FEBBRAIO 2015) doi:10.1016/j.cmet.2013.12.008.

Science Translational Medicine

February 2017

Nel midollo osseo, la combinazione di chemioterapia e dieta mima digiuno (FMD) aumenta i livelli delle cellule progenitrici dei linfociti citotossici CD8(+) tumor-infiltrating con grande ritardo nella progressione del cancro della mammella e del melanoma.
CELL PRESS (LUGLIO, 2016) doi: 10.1016/j.ccell.2016.06.005.

Cell Press

August 2016

Enhancing Stem Cell Transplantation with “Nutri-technology”
CELL PRESS (AGOSTO, 2016) http://dx.doi.org/10.1016/j.stem.2016.11.015

JAMA

August 2016

L’alta assunzione di proteine di origine animale è positivamente associata con l’aumento della mortalità cardiovascolare, invece l’assunzione di proteine vegetali è inversamente associata a tutte le cause e di mortalità cardiovascolare, soprattutto tra gli individui con almeno 1 fattore di rischio.
JAMA (AGOSTO, 2016) doi: 10.1001/jamainternmed.2016.4182.

Cell Press

July 2016

Tre cicli di Dieta Mima Digiuno riducono il peso corporeo, il grasso addominale, la pressione arteriosa e il fattore di crescita insulino-simile (IGF-1). Durante i trials clinici non sono stati riportati effetti avversi. Dunque, 5 giorni di dieta mima digiuno seguiti periodicamente sono efficaci nella riduzione dei parametri infiammatori e dei principali fattori di rischio per invecchiamento,  diabete, cancro e malattie cardio-vascolari.
SCIENCE TRANSLATIONAL MEDICINE (FEBBRAIO 2017)

Biomed Central

June 2016

Interventi dietetici nei roditori, in scimmie, e nell’uomo, che colpiscono l’aterosclerosi e malattie cardiovascolari con particolare attenzione su quelli che ritardano i processi di senescenza cellulare.
CIRCULATION RESEARCH (MAGGIO, 2016) doi: 10.1161/CIRCRESAHA.116.307473.

Circulation Research

May 2016

Interventi dietetici nei roditori, in scimmie, e nell’uomo, che colpiscono l’aterosclerosi e malattie cardiovascolari con particolare attenzione su quelli che ritardano i processi di senescenza cellulare.
CIRCULATION RESEARCH (MAGGIO, 2016) doi: 10.1161/CIRCRESAHA.116.307473.

Cell Press

May 2016

Cicli di dieta mima-digiuno migliorano la gravità delle patologie sopprimendo l’autoimmunità e stimolando la re-mielinazione grazie alla rigenerazione degli oligodendrociti in modelli di sclerosi multipla su topi.
CELL PRESS (MAGGIO 2016) http://dx.doi.org/10.1016/j.celrep.2016.05.009

Cell Metabolism

July 7, 2015

A periodic diet that mimics fasting and promotes multi-system regeneration, enhanced cognitive performance, and health span.
CELL METABOLISM (LUGLIO 2015) doi: 10.1016/j.cmet.2015.05.012

Aging Cell

March 11, 2013

Risultati indicano che la restrizione proteica periodica può promuovere cambiamenti nella circolazione di fattori di crescita e Tau phosphorilation associati alla protezione contro neuropatologie legate all’età.

AGING CELL (MARZO, 2015) Doi: 10.1111/acel.12049

Elsevier

February 21, 2013

Il digiuno breve migliora l’indice terapeutico dei trattamenti chemioterapici, proteggendo in modo differenziale cellule normali contro e / o sensibilizzare le cellule tumorali alla chemiotossicità.
PLOS ONE (SETTEMBRE, 2012) doi:10.1371/journal.pone.0044603

PLOS ONE

September 11, 2012

Il digiuno breve migliora l’indice terapeutico dei trattamenti chemioterapici, proteggendo in modo differenziale cellule normali contro e / o sensibilizzare le cellule tumorali alla chemiotossicità.

PLOS ONE (SETTEMBRE, 2012) doi:10.1371/journal.pone.0044603

.