Rischio cardiovascolare: previeni con la Dieta Mima Digiuno

Rischio cardiovascolare: previeni con la dieta mima digiuno

Come intervenire sulle malattie cardiovascolari e ridurre i fattori di rischio

Prevenire malattie importanti attraverso una sana alimentazione è il mantra del giorno d’oggi e in molti sono ad affidarsi a esperti, soprattutto con l’avanzare dell’età, per farsi consigliare e prescrivere una dieta adatta a questo scopo. Oggi trattiamo come prevenire il rischio cardiovascolare con la Dieta Mima Digiuno.

RISCHIO CARDIOVASCOLARE: I RISULTATI DEGLI STUDI CONDOTTI

 

In principio il consumo di prodotti come l’olio d’oliva e la frutta a guscio, entrambi ricchi di grassi monoinsaturi, ha evidenziato una rilevante riduzione del rischio cardiovascolare influendo positivamente sulla longevità e proteggendo dalle varie malattie.

Successivamente importanti studi condotti su gruppi di pazienti hanno confermato che chi si è alimentato in questa maniera, aggiungendo un consumo di grassi insaturi derivanti dal pesce e dai vegetali, ha avuto una riduzione della possibilità di sviluppare problemi cardiovascolari: ictus, attacco cardiaco e via discorrendo.

LA DIETA MIMA DIGIUNO E GLI EFFETTI SULLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI

 

Gli effetti della Dieta Mima Digiuno sui fattori di rischio cardiovascolare sono notevoli.

La restrizione calorica tipica della DMD riduce gli stati infiammatori, coadiuvando l’avvento di malattie cardiache e ictus e permettendo la costituzione di terapie efficaci anche per pazienti che hanno già avuto una diagnosi.

Chi esegue periodicamente la DMD riscontra marcatori di infiammazione più bassi, una riduzione del grasso e della circonferenza addominale, del colesterolo, dei trigliceridi e un miglioramento della pressione sanguigna.

Cosa è consentito dunque mangiare?

  • NO carne rossa, carne bianca e altri tipi di carne
  • NO latticini
  • SI pesce, ma con moderazione e di piccola grandezza
  • SI verdure (in grandi quantità, meglio bio)
  • SI legumi
  • SI cereali integrali
  • SI olio d’oliva extra vergine
  • SI frutta a guscio
  • SI frutta di stagione, ma per un massimo di un frutto di media dimensione al giorno (ad es. una mela, un’arancia etc…)

Inoltre:

  • Cercate di mangiare entro le 11-12 ore
  • Riducete lo zucchero aggiunto agli alimenti e assaporatene la loro naturale dolcezza
  • Fate esercizio fisico

SEI AFFETTO O VUOI PREVENIRE PATOLOGIE CARDIOVASCOLARI?

Chiedi sempre il parere di un esperto per affidarti a ProLon: il kit per la Dieta Mima Digiuno.

 

 

Articolo a cura di:

Francesca Florenzo

 

 

Prolon Kit Dieta Mima Digiuno