Ansia e Depressione: Aiutarsi con Rimedi Naturali

Un problema dei nostri tempi

Ansia e depressione sono molto diffuse nella popolazione moderna, per cause legate a stili di vita frenetici e poco confacenti alla natura umana.

Disturbi spesso trascurati o poco riconosciuti che vengono curati con farmaci che hanno effetti collaterali anche pesanti, con effetto sedativo, sonnolenza, difficoltà di concentrazione, impossibilità di guidare etc. oltre che, nel caso delle benzodiazepine, dipendenza e relative problematiche a essa associate.

Per fortuna, le medicine non convenzionali ci mettono a disposizione vari tipi di rimedi naturali, con effetti collaterali lievi e non invalidanti, senza interazioni con le normali attività da svolgere nel quotidiano.

In entrambi i casi, ansia e depressione, in primo luogo è indicata l’assunzione quotidiana di magnesio, minerale fondamentale la cui riduzione endogena è accentuata da fattori che generano stress sia fisico, sia psichico.

Ecco perché in soggetti, soprattutto di sesso femminile, che soffrono di stati ansiosi e/o tendenza alla depressione, il magnesio deve essere assunto ogni giorno, tanto più se sono associati sintomi come astenia, stanchezza cronica, insonnia, cefalea, sindrome dell’intestino irritabile, fino ad arrivare a stati infiammatori come la fibromialgia, strettamente correlata ad ansia e depressione.

Quale rimedio naturale per vincere ansia e depressione?

In caso di ansia (se non si tratta di forme gravi), sono svariate le piante che, prese singolarmente o anche in associazione tra loro, sortiscono effetti rasserenanti e distensivi.

Valeriana, melissa, passiflora, escolzia e avena hanno un’azione rilassante e sedativa.

Queste piante infatti vengono utilizzate anche in caso di insonnia e disturbi del sonno provocati proprio da uno stato ansioso.

La melissa va bene anche in caso di problematiche gastrointestinali, poiché ha effetto distensivo sugli organi interni, ed è un buon rimedio anche per l’ansia da prestazione pre-esame (o pre-gara).

Per alleviare gli stati ansiosi vanno bene anche tiglio e biancospino, sia sotto forma di tisane, sia gemmoterapici, come pure sono ottimi i mieli a base di questi fiori, per dolcificare tisane anti-stress. In caso di ansia, possiamo utilizzare anche l’aromaterapia con olii essenziali specifici.

Mettere qualche goccia nel diffusore o nel brucia essenze per profumare l’ambiente, oppure da aggiungere all’acqua della vasca per un bagno rilassante. Vanno bene essenze delicate come lavanda, melissa, magnolia, mughetto e viola.

Oppure possiamo scegliere tra olii essenziali caldi e avvolgenti come sandalo, patchoully, ylang-ylang e petit grain. Oppure ancora, essenze stimolanti e balsamiche come lime, menta, basilico e limone.

Infine, tra i Fiori di Bach, in caso soprattutto di attacchi di panico e ansia improvvisa, va bene il Rescue Remedy da tenere sempre con sé.

Ogni rimedio ha la sua pianta, ogni pianta porta il suo rimedio naturalmente

Se si soffre di depressione in forma lieve e passeggera, le terapie non convenzionali possono esserci da supporto in alternativa ai farmaci di sintesi, sempre confrontandoci con uno specialista e il sostegno di uno psicoterapeuta.

La natura ci viene incontro donandoci diverse tipologie di piante a seconda dell’effetto di cui abbiamo bisogno.

Per la depressione possiamo utilizzare le stesse erbe che vanno bene per l’ansia, se per esempio necessitiamo anche di un effetto rilassante. Altrimenti, possiamo assumere piante ad azione adattogena, come la Rhodiola rosea.

Altre piante adattogene e stimolanti sono il ginseng, il guaranà, la damiana pura e la maca. Per quanto riguarda gli olii essenziali da mettere nei profumatori di ambiente oppure su un fazzoletto da annusare ogni tanto durante la giornata per rasserenare l’animo: melissa, gelsomino, sandalo, Ylang-Ylang.

Possiamo anche utilizzare i Fiori di Bach: Gentian, Gorse e Wild Rose.

Articolo a cura di:

Corinna Montana Lampo

 

Prolon Kit Dieta Mima Digiuno